Pubblicato il: mar, mag 1st, 2012

Monti: prima i ristorni poi l’accordo

Telefonare verso 44 paesi Gratis

Per il premier italiano il negoziato con la Svizzera sul fisco è un obiettivo
ROMA – L’accordo fiscale tra Italia e Svizzera può essere raggiunto, ma prima deve venire rispettato il trattato sui frontalieri , segnatamente per quanto riguarda i ristorni, “sospeso unilateralmente dal Cantone Ticino”. È quanto ha affermato lunedì sera a Roma, durante una conferenza stampa, il premier italiano Mario Monti nell’ambito di un intervento di chiarimento sulle misure fiscali previste dal Governo per risanare i conti pubblici della vicina Repubblica. Il canale Rai News ha trasmesso l’intervento del premier italiano in diretta. Parola d’ordine: “La Svizzera rispetti gli accordi bilaterali”.

Monti ha specificato di essere pronto a “considerare ex novo l’intera materia” in linea con gli accordi già stipulati da Berna con Berlino e Londra. È la prima volta che il premier italiano dà chiari segnali di apertura nei confronti della Svizzera su una materia ferma da anni e che il Ticino ha inteso sbloccare un anno fa, in nome di un nuovo negoziato sull’imposizione dei lavoratori frontalieri , proprio bloccando una parte dei ristorni destinati ai Comuni di frontiera su un conto della Banca dello Stato.

Viral video by ebuzzing

Tutto sull'autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tags html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>